frantiQuesta notte ci ha lasciato l’ing Franco Luigi  Franti.
Sempre pronto alla battuta, progettista di microonde da sempre  , a Cassina.
Aveva 83 anni. I funerali venerdi 03 03 2017 , ore 11.00  , chiesa di Oreno ( Vimercate).

 

Leggi il ricordo scritto da Carmine Scavello : amico Franti  marzo 2017.doc

 Il nostro caro amico e collega Luigi Franco è passato a miglior vita, ma ci lascia in eredità il bellissimo ricordo di averLo conosciuto e amato e di aver condiviso con Lui momenti spensierati basati sull’amicizia sincera e sulla stima e sul rispetto reciproco.

Lo ricordo con profonda commozione come una persona allegra, dolce, affabile e collaborativa; era pronto a sdrammatizzare ogni situazione intervenendo con proverbi e modi di dire sempre azzeccati. La porta del suo ufficio era aperta a tutti coloro che l’interpellavano per ragguagli tecnici o semplicemente per salutarlo. Sono rimaste custodite nella mia memoria le tante barzellette che raccontava per rallegrare le giornate: col suo modo di fare di romagnolo sanguigno creava un clima sereno e pacifico. Era un tipo molto pignolo ed esigente nel suo lavoro per cui bilanciava il suo comportamento creando la giusta atmosfera. I suoi scherzi intelligenti e goliardici li ricordo come se li avesse architettati ieri. Chi li subiva li accettava sportivamente perché capiva che non erano ideati per burlarsi di lui, bensì per riderci sopra e poi andare a bere un buon caffè conciliatore. Un difettuccio lo devo rivelare: era un accentratore e un pochino malfidente; ciò, però, gli provocava la difficoltà di sprecare del tempo a controllare l’altrui operato. Non lo faceva per cattiveria: voleva essere sicuro di raggiungere sempre il top per orgoglio e autostima. I suoi progetti dovevano soddisfare appieno il capitolato; ne andava di mezzo la sua credibilità e l’attaccamento all’azienda che gli dava dai vivere. Sarà molto difficile per me dimenticare una Persona così squisita, in quanto L’ho immortalato come protagonista in più capitoli del mio terzo libro “LA FABBRICA DEI RICORDI”. Uomo sensibile e altruista è stato uno dei fondatori dell’associazione COI (Centro Orientamento Immigrati); si è sempre distinto per la sua disponibilità, la sua capacità organizzativa e la sua grande umanità. Nel campo professionale lo ricordiamo come un progettista capace, intuitivo e a passo con i tempi. Personalmente ho un meraviglioso rapporto affettivo nei Suoi confronti; è stata la prima Persona che ho conosciuto in GTE, in quanto mi ha fatto il colloquio di assunzione e poi ho collaborato con Lui come subalterno; mi correggo, meglio dire come amico, pur nel rispetto dei ruoli. Entrambi non abbiamo mai approfittato della nostra amicizia; lo vedevo come un fratello maggiore che doveva insegnarmi a lavorare nel mio e nel suo interesse. Ci tengo a precisare che era un uomo di elevata cultura sia tecnica che umanistica; in ogni campo del sapere interveniva con pertinenza e padronanza di linguaggio e di contenuto. Mi ritengo arci fortunato ad averLo conosciuto e di annoverarLo tra le persone care che stimerò per tutta la vita e che ricorderò come una degna persona. Lascia il buon esempio di come si sta al mondo e di vivere in pace con se stesso e col creato. Non faceva del male a nessuno: era buono come il pane e ne avrebbe sofferto tanto!

Il collega e amico scrittore Carmine Scavello augura a Luigi Franco la pace eterna e che il suo ricordo sia indelebile nella nostra memoria.