ALA

Associazione Lavoratori Seniores d'Azienda

Tanti Auguri ai Soci e alle loro Famiglie

Il Consiglio Direttivo ALA augura a tutti i Soci ed alle loro Famiglie un

SERENO NATALE e un FELICE ANNO NUOVO


Si comunica inoltre che la sede sarà chiusa per il periodo natalizio, in concomitanza con la chiusura della sede NSN. Ci rivediamo nel 2015 !!

Ancora tanti Auguri !!     Il Consiglio Direttivo

——————————————————————
Auguri anche da Carmine Scavello:

Carissimi ,
puntualmente un altro Natale sta per presentarsi in punta di piedi alle nostre dimore. Sembra apparentemente uguale agli altri, però in qualcosa è diverso. Un anno, per quanto sia infinitesimo rispetto allo scorrere lento e inesorabile del tempo, è ricco, invece, di avvenimenti e di sorprese che hanno condizionato o scosso la nostra esistenza. Il Natale desidera solo di essere accettato, almeno come i precedenti, e di essere ascoltato. Ci viene incontro ogni volta col solito messaggio d’amore, di pace e di bontà che non cambia mai nel tempo perché è eterno e universale. Saremo in grado di accoglierlo con tutti gli onori di casa?
Nessuno è obbligato ad ascoltarlo, però faccia almeno lo sforzo di assecondare la propria coscienza. Il mio augurio amichevole e sincero è quello che lo viviate come si conviene con tutta sincerità. Ricordatevi di catturare col pensiero quella Stella sospesa nel cielo infinito e preparatele il terreno fertile perché vi possa seguire sempre come un’ombra ovunque voi siate. Basta alzare gli occhi al cielo con volontà, con umiltà e con gioia di vivere per scorgerla nei momenti di bisogno; è lì che ci guarda, anche se sopra la nostra testa ci fossero le nuvole. Mi hanno insegnato che il Natale dura tutto l’anno; ho cercato nel mio piccolo di farne tesoro o perlomeno ci ho provato. Mi vengono in mente le parole di un mio zio che diceva: dovrei essere un santo per il mio comportamento leale, umano e cristiano; però, c’è gente che mi fa arrabbiare e reagisco, perciò sono solo buono”. Lo zio la sapeva troppo lunga in fatto di filosofia di vita con la sua normalità! Ad ogni modo mandava il messaggio che in quei due estremi si collocasse la condotta umana, morale e spirituale. Non lo definisco giustamente un santo; penso forse buono quanto basta, ma rispettoso delle regole, almeno sì.

 Un sereno Natale dall’autore Carmine Scavello