E’ deceduto il nostro ex collega Mario Spazzacampagna.
Aveva 88 anni. Ha lavorato a Cassina 30 anni, responsabile approvvigionamento ponti radio in collaudo.
Condoglianze alla famiglia.
I funerali lunedì 11 novembre 2019 alle ore 1o,30  presso la chiesa di san Giuseppe lavoratore, Cernusco sul Naviglio, via don Milani.

 

 

Mario con i colleghi durante un convegno

 

 

 

 

 

Lettera a ricordo di Mario Spazzacampagna

Ricordo Mario come un collega dedito al lavoro con impegno e passione; un uomo di altri tempi quando la correttezza era la normalità e non un biglietto da visita da ostentare. La mia non è una lode, ma una semplice considerazione nei riguardi di un uomo che si faceva amare in quanto era lui stesso ad amare coloro che collaboravano con lui. Ci lascia il ricordo di avere conosciuto un serio collaboratore; quando si entrava nel suo ufficio per un problema, si usciva con la soluzione in mano; la sua parola era come un sigillo di onore; diceva: Vai che “ghe pensi mi”; dormi su sette cuscini, parola di Mario! L’ho rivisto in seguito più volte a passeggio in Cernusco e c’è sempre stato tra noi un incontro cordiale come ai vecchi tempi. Vieni che ti offro il caffè “Terun”. Occhio! La prossima volta paghi tu! Era solo un modo cortese per “impegnarmi alla restituzione del caffè”, ma solamente come una scusa per rivederci ancora. Nel suo ufficio si respirava un’aria serena: non era un capo opprimente e lasciava la libertà di operare basata sul rispetto reciproco. Si faceva volere bene in quanto, al di là del suo aspetto serio, era un uomo gioviale e scherzoso; amava i visi allegri e tollerava poco i musoni. Un giorno mi disse: Io vengo al lavoro volentieri perché mi diverto, in quanto incontro ogni giorno persone simpatiche, con cui ho instaurato un ottimo rapporto amichevole. Un mio collega un giorno ci fece notare un particolare divertente e, senza offesa, ci facemmo una risata. Disse come si fa a mettere insieme tre cognomi strani nello stesso ufficio? Spazzacampagna, Zappaterra e Calcaterra. Cito questo aneddoto per ricordare Mario con un sorriso in ossequio al suo dolce carattere.

Pace alla sua anima dallo scrittore Carmine Scavello